17:43

Guthrie Kennard - Matchbox

Pubblicato da Remo Ricaldone |

Originario di Richmond, Virginia, Guthrie Kennard ha vagabondato in lungo e in largo per gli States prima di stabilirsi musicalmente in Texas dove ha inciso i suoi tre dischi, giunti ormai in età decisamente matura. Il suo percorso artistico è stato intenso e brillante, denso di country music, di blues e di rock, proposto sempre con quel gusto tipico del Sud che lo accomuna ai grandi della roots music. Dopo il bell’esordio di “Ranch Road 12” e il seguente “Unmade Beds”, Guthrie Kennard si affida ancora una volta alla produzione di Ray Wylie Hubbard con il quale ha trovato una perfetta simbiosi. I suoni che Ray Wylie Hubbard ha cucito sulle canzoni di Guthrie Kennard sono efficaci e improntati ad una semplicità di fondo che evidenzia il lato irrequieto e randagio della personalità del Nostro. Grande uso di chitarre elettriche e slide, una sezione ritmica ‘paludosa’ a la Bobby Charles o Tony Joe White e un cantato roco e sofferto che talvolta rimanda al vecchio Tom Waits (sentite la cadenzata “Catfish Fishin’”). L’iniziale “Cross That Line” e “Another Day, Another Dollar” sono frutto della collaborazione con la cantante ed autrice Debra James, “Katie Mae” è un misterioso country blues con il mandolino di Casey James, uno dei protagonisti del disco con Collin Brooks dei Band Of Heathens, l’ingegnere del suono e chitarrista/percussionista Pat Manske, il batterista Rick Richards e il già citato Ray Wylie Hubbard. Da ricordare ancora la ‘mexican flavored’ “Streets Of Juarez”, la autobiografica “God Of Abraham”, l’acustica “Motorcycle” con l’armonica di Mr. Hubbard e l’amara e conclusiva “Bristol”. “Matchbox” è una conferma, autorevole, delle qualità di un musicista che cresce album dopo album, degno di far parte della scena roots texana. http://www.guthriekennard.com/.

Remo Ricaldone

1 commenti:

Charlie Buckaroo ha detto...

Stupendo disco ma nel frattempo il Primo Febbraio 2013 è uscito il suo 4th disco Guthrie Kennard "Cross YourHeart"
(Buckaroo)

Posta un commento

Iscriviti alla newsletter